Lo Spazio espositivo

ATB Associazione Culturale è anche uno spazio d'arte, una vetrina concepita per  ospitare allestimenti, presentazioni, mostre e laboratori, incontri culturali. Il fine di ATB Associazione Culturale è quello di promuovere opere, installazioni, video d’artista e tutti i linguaggi dell’arte conosciuti e... sconosciuti, è un tributo a favore della creatività e della cultura. Ricerchiamo attività e progetti dalla forte componente artistica e culturale; mettiamo in rilievo  tutte le forme d'arte in particolar modo quelle meno accademiche. Lo spazio nasce nel 2012. Offre agli artisti la possibilità di organiz- zare iniziative, eventi, proporre i propri lavori rendendoli visibili a tutti coloro che intendono beneficiarne. Un micro-contenitore in grado di valorizzare canali innovativi e rigeneranti  in un paradigma eclettico tra arte e scrittura.

Chiediamo un contributo di partecipazione alle spese di attività. Vi invitiamo a contattarci utilizzando la e-mail atbartgallery@gmail.com per verificare insieme  i presupposti e la disponibilità delle date in calendario  per promuovere il vostro progetto.

( art 3 Legge 8 ottobre 1997, n. 352 - supplemento ordinario 212 - L'art. 10 del d.lg. 368/1998- art. 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59)

242347485_10227876838611526_8794285200018496916_n_edited.jpg

Progetto Agorà | Spazio (Meta)fisico

 

Il progetto “Agorà /Spazio (Meta)fisico“ nasce attorno al concetto di riconoscere un luogo delimitato come estensione “spaziale complessa”. L’idea procede dal pensiero platonico che non ammette possa sussistere di per sé uno spazio immateriale vuoto come puro contenitore, poiché anche il contenitore possiede una grandezza materiale suscettibile di accogliere idee, pensieri, filosofie, corpi, emozioni in un’estensione delimitata da confini che, appunto in quanto “vuota”, si lasci distinguere. Esiste quindi un luogo deputato alla produzione artico-letteraria? Uno “Spazio” neutrale è più consono per la produzione culturale piuttosto che uno spazio personale? Nell’Antica Grecia l’Agorà, seppur circoscritta in limiti immateriali, era lo spazio materiale primario della Polis che racchiudeva in sé molteplici concezioni fisiche, politiche, giuridiche, religiose, economiche, culturali. Proprio come l’Agorà ATB Associazione Culturale si propone come un ambiente di lavoro attuale che interpreti la classicità in modo contemporaneo, uno scrigno prestato a tutti coloro che vorranno colmarlo di creatività, un luogo percepito come un ambiente-archetipo, statuale e assoluto, caratterizzato da geometrie considerate eterne patrimonio della nostra memoria che diventano, grazie al bianco assoluto, effimere, leggere e iconiche. Il colore, o meglio, l’assenza di colore riveste quasi tutto lo spazio rendendolo talvolta irreale, innaturale e questa monocromia dialoga direttamente con la forma, la materia, la luce e la dimensione, rendendo il luogo plastico, immobile e vitale. Un posto metafisico in un contesto urbano, la “piazza” vuota”, traccia di un passato arcaico, uno scenario di architettura che diventa onirico agli occhi dello spettatore. I libri, presenti nello spazio, diventano segno e decorazione, traduzione della vita contemporanea, immaterica e virtuale, che genera la dimensione del vuoto nel panorama dominante.

 

ATB Associazione Culturale

è

“spazio-materiale”

a sostituire le alternative nozioni di

“luogo” e “materia”